TETRA

TETRA
 

E’ l’unico strumento in grado di fornire un’indicazione sulla situazione visuopercettiva del paziente dislessico.  E’ un modo assolutamente innovativo di affrontare il problema della dislessia.

Al Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA) possono accompagnarsi alterazioni del sistema visivo non sempre rilevabili da una valutazione oftalmologica standard.

In questi casi è necessario effettuare dei test specifici ed una valutazione ortottica alla ricerca delle componenti deficitarie dei processi visivi integrati nella fase della letto-scrittura.
Una di queste prove che viene riconosciuta con il nome protocollo TETRA, consente di valutare la presenza di eventuali alterazioni visuo-percettive (analisi eidomorfometrica), analizzare la performance di lettura stabilendo tra le altre cose il grado di influenza dell’alterazione  visuopercettiva ed il guadagno teorico modificando il critical spacing
 
TEST REPORT (READING PERFORMANCE TEST)

  • Due test (Parole e Non Parole) per la stima della funzione lessicale, basati su database normativi per classi di 3^, 4^ e 5^ elementare
  • Misura della funzione lessicale in condizioni fisiologiche e dopo livelli predefiniti di anisotropizzazione del testo
  • Misura della velocità di lettura, stima degli errori, quantificazione dell’effetto della dilatazione del testo, misura dello spazio critico ed indicazioni sulla presenza di un effetto compensatorio da sfruttare in ambito riabilitativo
  • Software con analisi statistica automatica ed integrata
  • Giudizio complessivo sul grado di coinvolgimento visuopercettivo del paziente
TEST SENSIBILITÀ AL CONTRASTO (CS)

  • Test psicofisico atto a stimare in meno di 2 minuti la sensibilità al contrasto con particolare riguardo alle frequenze spaziali più basse, che sono risultate deficitarie in molti dislessici
  • 6 frequenze spaziali da 0,5 a 12 cicli/grado
  • Generazione automatica del grafico con la curva di CS
TEST EIDOMORFOMETRIA

  • Test a triplice scelta forzata per scoprire, caratterizzare e quantificare la percezione dei rapporti spaziali e il corrispondente grado di anisotropia
  • Algoritmo psicofisico staircase 4-2-1
  • Generazione del grafico con i risultati
TEST DOMINANZA OCULARE DOMITEST-M E DOMITEST-S

  • Atti a valutare e quantificare la dominanza oculare sia sul versante motorio che su quello sensoriale
  • Generazione dei grafici con i risultati
Quando è necessario e a chi è rivolto questo approfondimento diagnostico? 
E’ rivolto ai bambini con diagnosi accertata di Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA). E’ importante sottolineare che questa valutazione non consente di diagnosticare o escludere il disturbo dell’apprendimento la cui diagnosi è competenza di altri specialisti (Neuropsichiatra infantile, Psicologo).
In genere è consigliata nei bambini oltre i 7 anni di età che sono già in trattamento logopedico ed in cui è importante determinare l’influenza delle competenze visive sul disturbo dell’apprendimento.

I commenti sono chiusi